• Presentazione del libro Airone 1 (Secondo libro del Generale in pensione Antonio Cornacchia)
  • Incontro culturale con Rita Borsellino
  • Scegli una scuola… CHE VALE!
  • Scegli una scuola… IMPEGNATA NEL SOCIALE
  • Scegli una scuola… INCLUSIVA
  • Scegli una scuola… IN SINERGIA CON LE ISTITUZIONI
  • Scegli una scuola… EUROPEA
  • Scegli una scuola… CHE VALORIZZA LE RISORSE DEL TERRITORIO
  • Scegli una scuola… EUROPEA
  • Scegli una scuola… IMPEGNATA NEL SOCIALE
prev next

Alternanza Scuola-Lavoro (Anno Scolastico 2017 - 2018)

L’ITET “Dante Alighieri” di Cerignola ha consolidato un’esperienza ventennale nella progettazione e realizzazione per i propri giovani di percorsi di tirocinio formativo presso: Studi commerciali, Aziende, Imprese di Assicurazione e Finanziarie, Istituti di Credito, Enti della P.A. (INPS, CCIAA, Agenzia delle Entrate, Comune…), Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di economia, AdV e Tour Operator, Aziende del Terzo Settore, Aziende di Grafica e Comunicazione, e Agenzie Pubblicitarie. A tal fine, per meglio attuare l’integrazione tra Scuola e Mondo del Lavoro, ed in ottemperanza delle ultime disposizioni ministeriali, L.107/2015, dall’a.s. 2015/2016, l’ITET Alighieri attua percorsi formativi curriculari per le classi quarte e quinte, nella forma di tirocinio formativo. Nonché, percorsi di sensibilizzazione per le classi terze di tutti gli indirizzi di studio. L’iniziativa è volta ad offrire agli studenti stagisti un preciso quadro di riferimento per la creazione del saper fare e del saper essere attraverso l’acquisizione di una capacità pratica, che valorizzi le specificità e la caratterizzazione dei nostri indirizzi sia per quanto attiene il settore Economico che quello Tecnologico.

Un Grazie va a tutti i nostri partner aziendali presenti sul territorio, che con la loro fattiva collaborazione dimostrano sensibilità e disponibilità contribuendo a correlare l’offerta formativa dell’ITET “Alighieri” con le richieste di sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro territorio:

  • Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Foggia
  • Università degli Studi di Foggia – Dipartimento Economia
  • Studio Commerciale Dott. Domenico Merlicco
  • L’Ente Comunale di Cerignola
  • L’Ente Comunale di Stornara
  • L’azienda ICT Training & Services Centre con sede in Ruvo di P.
  • Direzione Generale “Banca Credito Cooperativo Canosa-Loconia”
  • Studio Commerciale Dott. Dileo Rocco Pio
  • Studio di Consulenza Fiscale rag. Di COSMO Gerardo
  • Studio Commerciale Rag. Saverio Palumbo
  • Amministrazione Condominiale TANNOIA
  • Cooperativa sociale “L’Abbraccio” a r.l.
  • Studio Commerciale Rag. Gerardo Musaico
  • Studio Commerciale Dott. Russo Antonio
  • Confservizi
  • Studio Commerciale Dott. Colonna Gioacchino
  • Agenzia di Viaggio “Viaggia con noi”
  • Protos Travel Gestione ACAVE’ snc - Cerignola
  • Studio Commerciale Dott. Aldo ANGIOLINO
  • Studio Commerciale Gerardo Valentino
  • Studio Commerciale Dott. De Cosmo Francesco
  • Associazione Unione Agricoltori
  • Studio Commerciale e Tributario Dott.ri Summa – Dibisceglia
  • Lloyd Assicurazione
  • Studio Commerciale Dott. G. Gammino
  • Club per l’UNESCO, sezione di Cerignola
  • Istituto Palmisano sas – Foggia
  • APS Bordermind – Cerignola
  • APS Luna Cometa – Foggia
  • Arthub srl Cerignola
  • Olisistemi di Desantis Mario e Bufo Domenico – Cerignola
  • Angelo Iaculli Conserve srl – Cerignola
  • Industria Vinicola Campagna srl – Cerignola
  • Masiello Food srl – Cerignola
  • La Bella di Cerignola sca – Cerignola
  • DEIS srl – de Sortis Industrie Semoliere – Cerignola
  • Conserve Memola di Dimatteo Grazia – Cerignola
  • IPOSEA srl – Industria Conserve Alimentari Cerignola
  • Castellano Gruppo Alimentari SpA - Cerignola

Obiettivi specifici e trasversali dell’iniziativa sono:

  • arricchire la formazione acquisita nel percorso scolastico con l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro;
  • favorire l’orientamento dei giovani per valorizzare le vocazioni personali e gli interessi individuali.

La metodologia dell’Alternanza Scuola Lavoro intesa quale ampliamento dell’offerta formativa:

La realizzazione di percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, nel corso del secondo biennio e del quinto anno, viene attuata nell’ambito dell’autonomia didattica dei Consigli di Classe. Questa metodologia didattica innovativa, in attuazione di quanto disposto dalla L.107/2015, è attuata in tutte le classi terze, quarte e quinte, di tutti gli indirizzi attraverso una progettazione per competenze e la realizzazione di percorsi di potenziamento, formativi e didattici, per un monte ore complessivo, per il triennio (3°, 4° e 5° anno) di 400 ore, in parte curriculari e in parte con la realizzazione di attività istituzionali, volte alla sensibilizzazione ed all’orientamento degli studenti, verso la cultura d’impresa, nonché, attuando stage in azienda e percorsi in simulazione d'impresa. L’attività progettuale nasce dal superamento tra il “momento formativo” ed il “momento applicativo”. L’educazione formale, informale e l’esperienza di lavoro si combinano in un unico progetto formativo che comporta un mix di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro e non, predisposte con la collaborazione del mondo imprenditoriale. Tali percorsi introducono un nuovo approccio alla didattica e rispondono a diverse esigenze formative:

  • favorire la presa di coscienza delle proprie attitudini, capacità, risorse, limiti e delle scelte formative operate;
  • adottare metodologie e strategie che assicurino maggior efficacia al processo di insegnamento-apprendimento;
  • assicurare continuità e contiguità tra scuola e mondo del lavoro attraverso l’apporto sinergico dei diversi partner componenti il Comitato Tecnico Scientifico presente in seno all’ITET “Dante Alighieri”;
  • cogliere i contenuti conoscitivi e scientifici del “fare” e del “saper fare” per orientare e promuovere la conoscenza delle opportunità lavorative offerte dall’economia del territorio.

L’intero percorso si articola in 400 ore, così suddivise:

  • 100 ore di attività di sensibilizzazione ed orientamento nelle classi terze;
  • 200 ore di alternanza nelle classi quarte, di cui almeno 120 ore di stage in azienda;
  • 100 ore di orientamento e formazione nelle classi quinte.

La realizzazione di quanto sopra esposto prevede un percorso di orientamento utile ai ragazzi nelle scelte che dovranno fare una volta terminato il percorso di studi. Le attività pianificate dai C.d.C. prevedono nel corso del secondo biennio e quinto anno percorsi curriculari integrati di orientamento e sensibilizzazione, stage, presso strutture ospitanti, attività in impresa formativa simulata, più formazione in aula. Le competenze acquisite costituiscono credito, per cui al termine del percorso sono rilasciati attestati di frequenza, certificati di competenze e crediti. Questi percorsi sono resi possibili sulla base di apposite Convenzioni con imprese presenti sul territorio e partner sinergici dell’ITET Alighieri di Cerignola, che si organizza, grazie ad una consolidata esperienza, intrecciando rapporti di collaborazione, sempre più ampi, con aziende del territorio e con il supporto didattico ed organizzativo dei C.d.C.

L’impresa formativa simulata è una metodologia di simulazione aziendale costruita in C.d.C. previa progettazione didattica in risposta alle esigenze dell’utenza ed in ottemperanza agli obiettivi prefissati: apprendimento in laboratorio, organizzato come un’impresa reale, gioco dei ruoli, casi di studio, compiti di realtà. Tali metodologie sono attuate al fine di poter maturare, appunto, negli studenti competenze spendibili nel mondo del lavoro. In tal senso sono attuabili, anche, le metodologie del: problem solving, learning by doing, cooperative learning, ricerca azione. In questo modo gli studenti apprendono nuove competenze sotto il profilo operativo rafforzandone le conoscenze in termini di conoscenze e competenze apprese.

Per quanto attiene, invece, l’acquisizione di competenze spendibili ed il potenziamento delle conoscenze di base, della comunicazione, anche nella lingua straniera (Inglese, Francese e Tedesco), l’uso delle TIC (Information Communication Technology) e l’ampliamento delle conoscenze nelle discipline professionalizzanti (Economia aziendale, Diritto, Economia politica, Tecnica e Comunicazione Grafico Pubblicitaria, Turismo), l’ITET. “D. Alighieri” si avvale della collaborazione e dei suggerimenti scaturenti in seno al Comitato Tecnico Scientifico. Quest’organo tecnico, formato da imprenditori e professionisti partner, affermati e presenti sul territorio, riveste un ruolo fondamentale per l’apertura della Scuola all’esterno. Esso contribuisce a migliorare la dimensione organizzativa della Scuola, collegando l’autonomia scolastica al più vasto sistema del lavoro e dell’integrazione sociale. A tale riguardo le finalità da perseguire sono:

  • attuare apprendimenti flessibili ed equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo che colleghino la formazione in aula con l’esperienza pratica;
  • arricchire la formazione acquisita attraverso competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
  • favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuale;
  • realizzare sinergie e organici collegamenti tra scuola e mondo del lavoro;
  • correlare l’Offerta Formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

Le attività progettuali nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro realizzate quest’anno scolastico sono:

  • Sensibilizzazione ed Orientamento, tutte le classi terze: “Talent is human”
  • “Apprendo tra Teoria e Pratica”, per 4 A AFM, 4 A SIA, 4 B SIA e 4 C SIA;
  • “Cittaccoglienza” per la 4 B AFM;
  • “La TV WEB” per la 4 A Grafica;
  • “Diventare Web Marketing”, per la 5 BSIA;
  • “A Scuola tra Teoria e Pratica”, per 5 A AFM, 5 A SIA e 5 C SIA;
  • “Promotore del Territorio e Manager culturale”, per 5 e 4 A Turismo;
  • “Investiamo nel nostro futuro” per 3, 4 e 5 A SIA Serale.

Alternanza Scuola-Lavoro (Anno Scolastico 2016 - 2017)

I lavori realizzati dagli studenti stagisti delle diverse classi quarte in indirizzo e presentati nella “Giornata della Creatività”, il 18 novembre 2017, sono di seguito pubblicati…

Risultati attesi e Monitoraggio delle attive svolte (Anno scolastico 2016-2017)

Lo studente stagista dovrà:

  • acquisire una maggiore conoscenza e stima di se stesso;
  • sostenere la motivazione allo studio;
  • sviluppare competenze trasversali attinenti all’aspetto personale, relazionale, operativo;
  • acquisire competenze tecnico-professionali certificabili e spendibili nel mercato del lavoro;
  • migliorare e integrare, attraverso l’esperienza pratica, tutte le abilità acquisite attraverso le attività di formazione curricolari;
  • acquisire capacità di orientarsi nei rapporti interpersonali tra i diversi soggetti interni ed esterni all’impresa.

L’attività progettuale nasce dal superamento tra il “momento formativo” ed il “momento applicativo”.

L’educazione formale, informale e l’esperienza di lavoro si combinano in un unico progetto formativo che comporta un mix di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro e non, predisposte con la collaborazione del mondo imprenditoriale e non. Tali percorsi introducono un nuovo approccio alla didattica e rispondono a diverse esigenze formative:

  • favorire la presa di coscienza delle proprie attitudini, capacità, risorse, limiti e delle scelte formative operate;
  • adottare metodologie e strategie che assicurino maggior efficacia al processo di insegnamento-apprendimento;
  • assicurare continuità e contiguità tra scuola e mondo del lavoro attraverso l’apporto sinergico dei diversi partner componenti il Comitato Tecnico Scientifico presente in seno all’ITET “Dante Alighieri”;
  • cogliere i contenuti conoscitivi e scientifici del “fare” e del “saper fare” per orientare e promuovere la conoscenza delle opportunità lavorative offerte dall’economia del territorio.

Monitoraggio classi terze.

Dall’indagine conoscitiva svolta on line: somministrazione di schede di osservazione e rilevazione dei bisogni motivazionali è emerso quanto segue:

  • Atteggiamento verso il futuro (60% fiducioso; 40% propositivo ed intraprendente);
  • Interesse a partecipare al percorso (80% motivato);
  • Ha già svolto esperienza di stage (30% si);
  • Cosa vorresti fare dopo il diploma (60% lavorare; 40% studiare);
  • Interessi extra scolastici (70% socializzare, viaggiare e fare sport; 30% interesse per l’arte);
  • Le mie risorse individuali (70% tenace e disponibile verso gli altri; 30% rispetta le consegne);
  • Abilità e competenze (60% logico-matematiche; 30% abilità nell’ascolto);
  • Abitudini di studio (80% in classe e in gruppo).

A conclusione dell’esperienza di sensibilizzazione ed alla luce dell’indagine condotta su tutte le classi terze, è emersa tutta la valenza positiva dell’esperienza dal punto di vista degli studenti, la conferma delle scelte professionali per il proprio futuro come, in pochi casi, la consapevolezza dei propri limiti. In ogni caso per tutti c’è stata una ricaduta positiva a livello di immagine di sé che va oltre gli obiettivi cognitivi.

Monitoraggio classi quarte.

Per quanto attiene i risultati del monitoraggio on line e la somministrazione di questionari di gradimento emerge quanto segue:

  • Il 67% del gruppo classe ha svolto inizialmente mansioni semplici e guidate, specie nel primo periodo dello stage, solo in seguito sono state affidate mansioni più complesse, ma sempre guidate;
  • Per il 75% degli intervistati le attività svolte durante lo stage sono state coerenti con il percorso intrapreso;
  • Gli stagisti sono stati affiancati negli uffici per il 58% da un impiegato del settore e per il 40% da un quadro dirigenziale. La relazione con il tutor aziendale è stata sempre continuativa e stimolante per l’intero periodo;
  • Il 52% degli stagisti è sempre stato inserito in situazioni che richiedevano anche uno spazio di autonomia e/o di iniziativa personale per la soluzione; mentre, il restante 20% si è trovato spesso in questa circostanza; solo il 27% talvolta. (E’ chiaro, comunque, che si fa sempre riferimento nell’indagine a situazioni di carattere amministrativo, per cui la difficoltà è misurata nel saper svolgere in autonomia il compito affidato);
  • Il 76% degli stagisti ritiene di possedere le conoscenze e competenze adeguate per la soluzione dei diversi compiti affidatigli; solo il 14% ritiene che le stesse sono sufficienti; mentre, il 9% le ritiene superiori;
  • Per il 62% il tempo a disposizione è stato adeguato; per il 13% eccessivo e per il 19% appena sufficiente;
  • L’esperienza ha permesso al 76% degli studenti di poter conoscere abbastanza e comprendere abbastanza l’organizzazione del lavoro al di fuori dell’aula; il 19%, in merito, ha risposto molto;
  • In ultima analisi il 95% ritiene di aver acquisito conoscenze e competenze tecniche specifiche e per il 97% metodologiche. Il 49% ritiene l’esperienza interessante e degna di nota.

Segui nello spazio eventi attraverso le foto “la Cerimonia del 18 novembre 2017 per la formalizzazione delle Convenzioni di Alternanza Scuola Lavoro, per i percorsi di studio: Amministrazione Finanza e Marketing, Sistemi Informativi Aziendali, Grafica e Comunicazione, Turismo e Serale”

Grazie per l’attenzione

Prof.ssa Pasqua Papagni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy