• Strade d'Italia sceglie i luoghi della cultura.
  • Incontro culturale con Rita Borsellino
  • Una lezione di qualità ad "Alto volume".
  • Scegli una scuola… INCLUSIVA
  • Scegli una scuola… IN SINERGIA CON LE ISTITUZIONI
  • Scegli una scuola… EUROPEA
  • Scegli una scuola… EUROPEA
  • Scegli una scuola… IMPEGNATA NEL SOCIALE
  • Scegli una scuola… IMPEGNATA NEL SOCIALE
  • Presentazione del libro Airone 1 (Secondo libro del Generale in pensione Antonio Cornacchia)
prev next

L’ITC nella storia

Progetto "Innovadidattica" della classe 1A e della classe 1B

Il lavoro condotto nelle classi 1A e 1B è da ritenersi un primo approccio alla progettazione e sperimentazione di nuovi percorsi didattici con la finalità di:

  • Favorire la pratica di una didattica per competenze.
  • Proporre agli studenti percorsi formativi significativi e coinvolgenti per innovazione metodologica.
  • Favorire la circolazione di esperienze e materiali anche in altri contesti scolastici.

L’idea formativa vuol favorire in particolar modo lo sviluppo dell’attitudine imprenditoriale dei ragazzi e la capacità di gestione progettuale creando l’interazione fra diverse discipline per il conseguimento delle seguenti competenze chiave:

  • Spirito di iniziativa e imprenditorialità
  • Competenze sociali e civiche
  • Comunicazione nella madrelingua
  • Competenza matematica e di base in campo scientifico e tecnologico.
  • Competenza storico sociale.

I consigli di classe hanno scelto come argomento guida la nostra scuola da studiare nei vari aspetti e facendo interagire più discipline possibili.

Il lavoro fatto dagli alunni può essere diviso in due parti:

  • nella prima parte le classi avevano il compito di conoscere la propria scuola sotto il profilo storico, organizzativo e didattico;
  • nella seconda fase le classi dovevano elaborare e organizzare le informazioni raccolte e quindi creare un prodotto per la comunicazione finale della loro ricerca.

Ogni disciplina ha dato il suo apporto in relazione alle proprie competenze. Per la matematica, dapprima gli alunni suddivisi in piccoli gruppi hanno iniziato a rilevare i dati sugli studenti che hanno sostenuto gli esami di maturità dalla istituzione della scuola sino ai giorni nostri e quindi hanno elaborato i dati raccolti producendo grafici e tabelle. Per la storia hanno raccolto informazioni sulla scuola attraverso analisi di documenti e interviste a persone che conoscevano gran parte della storia dell’istituto. In diritto hanno analizzato il POF come documento ufficiale della scuola. Le prof di italiano sono intervenute nella stesura delle relazioni mentre trattamento testi ha supportato gli alunni nella fase del lavoro al computer.

Gli alunni dopo aver individuato il mezzo con cui comunicare i risultati ottenuti hanno iniziato a realizzare il prodotto finale sempre sotto la guida di tutti i docenti.

Come considerazione finale si può dire che azioni didattiche come questa sperimentata, per avere risultati positivi, necessitano di ampi spazi dedicati alla programmazione nei consigli di classe e maggiore flessibilità nell’organizzazione didattica in generale. Sicuramente il modo di procedere è interessante e ha facilitato i docenti nel raggiungimento degli obiettivi didattici preventivati grazie soprattutto alla didattica laboratoriale utilizzata ampiamente in molte discipline.

Il notevole impegno profuso da tutti i docenti coinvolti nel lavoro ha permesso di ottenere ottimi risultati in termini di sviluppo delle competenze chiave preventivate e raggiunte da quasi tutti gli alunni che hanno sempre partecipato con interesse al lavoro in tutte le sue fasi dando il loro personale apporto secondo le proprie capacità.

Ricerca multidisciplinare della classe 1A e della classe 1B

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy